Promuovere il proprio libro realizzando un booktrailer

books 300x200 - Promuovere il proprio libro realizzando un booktrailerMolti di voi, novelli scrittori, sono sicuro avranno almeno una volta sentito parlare di “booktrailer”.

Come abbiamo avuto modo di scoprire in alcuni degli articoli del blog (vedi: https://www.effettomagnus.it/come-promuovere-il-proprio-libro-o-testi-online/), molti sono i modi con cui un un testo può essere pubblicizzato; tramite social network, tramite campagne di advertising, tramite fiere, tramite concorsi (vedi: https://www.effettomagnus.it/partecipare-ad-un-concorso-letterario/) e molti altri.

L’obiettivo di questo articolo è quello di fornirvi un nuovo mezzo utile nel tentare di raggiungere, congiuntamente alle forme di promozione già discusse, il maggior numero possibile di lettori.

Ma partiamo dall’inizio: cosa è un booktrailer?

Wikipedia riporta: “Il booktrailer è un videoclip, uno spot, un trailer realizzato per pubblicizzare un libro. Attraverso l’utilizzo di suoni, parole e soprattutto immagini sintetizza il contenuto del libro stesso, cercando di ricrearne l’atmosfera.

Beh, la descrizione è quanto mai precisa e parlante.

Di primo acchito sembrerebbe che realizzare un video del genere, rimanendo convincenti, possa essere una impresa ardua. Fortunatamente però alcune risorse online ci vengono d’aiuto. Vediamone alcune.

Essenzialmente per partire ci servirà:

  1. Un sito da cui prelevare gratuitamente video di qualità che siano utilizzabili liberamente anche per fini commerciali;
  2. Un sito da cui prelevare gratuitamente musica ed effetti sonori, anche questa volta utilizzabili liberamente anche per fini commerciali;
  3. Un software per il montaggio audio/video, preferibilmente open source
Dunque partiamo.

Riguardo il primo punto consiglio di utilizzare Pixabay. La prima cosa da fare sarà quella di registrarsi, volendo, anche semplicemente utilizzando un account preesistente inerente un social network tra Facebook e Google+. Successivamente sarà possibile inserire una parola chiave, in italiano (nonostante il sito sia internazionale), selezionare “video” e cliccare sulla lente di ingrandimento.

Va da sé che per scaricare i filmati sarà sufficiente cliccare su DOWNLOAD.

Facile.

Pixabay comunque non è il solo portale da cui prelevare filmati di alta qualità totalmente gratuiti. Vi segnalo anche PEXELS.

Passiamo ora a scaricare la nostra colonna sonora. Da quale portale? Giusto! Vedo che mi state seguendo… Ebbene, il primo sito che mi sento di suggerirvi è: Freemusicarchive.org

Il portale in questione è abbastanza comodo, l’unico accorgimento da tenere in considerazione, è come al solito quello di fare attenzione a scaricare solo contenuti che siano soggetti alla licenza che si intende utilizzare (nel nostro caso Public Domain o Creative Commons Attrobution Only).

Scaricata anche la musica, non ci resta ora che reperire il software per assemblare il nostro piccolo capolavoro.

Di programmi ne esistono tantissimi, ma volendone prendere in considerazione alcuni direi di valutare:

Buon lavoro!

E soprattutto buon divertimento.

Ufo
Frivolezze
Manicaretti cosmici

Un racconto umoristico sugli alieni La bambina osservava il suo gatto con espressione severa nei grandi occhi azzurro cielo. “Mio Dio, guardati, Fluffy. Un giorno dovrò decidermi a metterti a dieta”, dichiarò quindi con fare impertinente. Il micio non sembrava particolarmente toccato dalla considerazione, e si guardava intorno in cerca di qualcosa di commestibile. Era un primo pomeriggio d’estate, quando nessuno osa ancora popolare le strade e la canicola è tale che persino il sole sembra volersi rinfrescare tuffandosi flemmaticamente nell’oceano a sera, quando il giorno si dà vinto al caldo e alla noia. La ramanzina venne interrotta da un rumore assordante e da un odore di bruciaticcio proveniente dalla collina che sovrastava la villetta dove giocavano la bimba e il gatto: una grande astronave grigia e fumante si era appena appoggiata a terra su zampe lucide di metallo. Strane creature cineree e umanoidi scesero e si diressero verso la frugoletta. “Xampus, ci siamo: è arrivato il momento di agire. Accenda il traduttore chitammuonico.” “Operativo, Capo.” “Peccato che i terrestri non hanno il detto ‘rubare le caramelle ai bambini’, perché si adatterebbe perfettamente al momento. Salve, curiosa e giovane creatura terrestre: noi veniamo in pace, ma affamati. Sappi che siamo …

ranking amazon vendite 2 260x160 - Quanto potrebbe vendere il mio libro su Amazon? Scopriamolo con criterio
Passione Scrittura
Quanto potrebbe vendere il mio libro su Amazon? Scopriamolo con criterio

“Il mio libro sta vendendo poco” “Il mio invece così così” “Il mio moltissimo!” Siamo abituati a leggere affermazioni di questo tipo un po’ dovunque su pagine e siti di scrittori emergenti che si autopubblicano su Amazon. Sì, ma cosa significa poco, tanto, o tantissimo? Di cosa stiamo parlando? Si tratta di parole dettate dalla delusione di non avere tante vendite quante ce ne si aspettava, oppure si tratta solo della vanagloria di uno scrittore della domenica a cui bastano un paio di copie vendute in un mese per essere contento? Purtroppo in Italia si incrociano due zavorre ataviche: la poca dimestichezza con i numeri, e la ritrosia generalizzata a parlare anche solo alla lontana di soldi. La conseguenza è che una persona che voglia scrivere un libro, o che si appresta a pubblicarlo, non ha la minima idea se debba considerare il suo un semplice hobby, o se, con un po’ di impegno, non possa diventare, se non un lavoro, almeno un qualcosa che gli permetta di avere una integrazione ai propri guadagni. Perché il punto è duplice: se non si sa come analizzare i dati, non si può migliorare. E se non si ha una idea delle grandezze in gioco, non si può …

ScienzaI libri del blogPassione scritturaCollabora con noi